di Alessandro Claudio Giordano

Cinquecento ottanta milioni  di euro annui questo è il valore economico  e sociale che la Serie C genera. In buona sostanza ogni euro che la Lega Pro e dalle società  di categoria investono triplicano di valore. Questo è quanto dice il primo studio di impatto presentato a Roma e realizzato  con la partnership di ItaliaCamp.

  "Un percorso che portiamo avanti con entusiasmo e convinzione - sottolinea il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli - ma non senza difficoltà. C'è un problema di sostenibilità economica che va affrontato. Non possiamo rischiare di ridimensionare il numero dei club perché verrebbe meno una parte fondamentale di quel reti."

 

da Redazione

“Vieni qui che non puoi correre con le scarpe slacciate”: una frase semplice ma che assume un significato diverso se è un giocatore a pronunciarla e ad allacciare gli scarpini di un bambino. Il giocatore in questione è Carlo Pelagatti, difensore del Padova, scenario la partita di domenica scorsa Gubbio-Padova: i giocatori entrano in campo accompagnati da ragazzini che indossano le maglie delle due squadre. Uno di loro ha una scarpa slacciata, Pelagatti se ne accorge, glielo fa notare e gliela allaccia. Un gesto tenero, di quelli che rientrano nei valori e nei comportamenti tanto cari alla Lega Pro e al Presidente Ghirelli che non può che congratularsi: “E’ anche da piccoli gesti come questi che si cambiano le cose e la mentalità”.

Foto Credit Simone Grilli / As Gubbio 1910

 

 

 

 

 

 

 

*Ufficio Comunicazione Lega Italiana Calcio Professionistico

da Marco Tripodi

L'Entella più opaca della stagione si fa fermare sul pareggio in casa da un buon Novara.

Al Comunale sono infatti soprattutto i piemontesi a fare la gara sfiorando più volte il vantaggio già nei primi 45 minuti di gioco. È però la formazione di casa a passare per prima, proprio allo scadere del primo tempo. Ad esultare è ancora una volta bomber Caturano, lesto ad approfittare di una corta respinta del portiere ospite per portare avanti i liguri. Nella ripresa i novaresi premono sull'acceleratore alla ricerca di quel pari che arriva a 10 minuti dal triplice fischio. Merito di Bove che sugli sviluppi di un azione d'angolo è il primo ad avventarsi sulla sfera battendo Massolo e timbrando l'1-1 finale.
Nel finale lo stesso difensore piemontese si fa espellere per doppia ammonizione.

 

ENTELLA-NOVARA 1-1

Reti: 45’ pt. Caturano; 36’ st. Bove.

Entella (4-3-1-2): Massolo; Belli, Benedetti, Pellizzer, Germoni; Eramo (41’st Petrovic), Paolucci, Nizzetto; Ardizzone (15’st Icardi); Diaw, Caturano (28’st Adorjan). All. Boscaglia .

Novara (4-3-1-2): Di Gregorio; Cinaglia, Chiosa, Bove, Visconti; Bianchi, Fonseca (34’st Cattaneo), Mallamo; Schiavi (21’st Cacia); Manconi (41’st Tartaglia), Eusepi. All. Viali

Arbitro: Feliciani di Teramo. 

Note: espulso al 40’st Bove; ammoniti: Ardizzone, Cinaglia, Visconti, Bove, Cacia; recupero: pt 1’, st 3’.