di Piero Giuseppe Goletto

La bomba è deflagrata stamattina quando, con un controcomunicato apparso sui siti di sette squadra (Mercedes, Racing Point, Williams, McLaren, Renault, Red Bull e Alpha Tauri), è stato sostanzialmente chiesto che chiarezza venga fatta sui termini dell’accordo che l’ente presieduto da Jean Todt e la Ferrar hanno trovato.

Leggi tutto...

di Alessandro Claudio Giordano

La Prema Racing ha concluso un impegnativo test FIA di Formula 2 sul Circuito di Baharain di tre giorni.

Mick Schumacher e il rookie Robert Shwartzman sono tornati in pista dopo la pausa invernale ed  hanno inanellato preziosi giri provando le nuove gomme Pirelli da 18 pollici per il 2020. I piloti hanno corso non senza difficoltà testando assetto e gomme. Appuntamento importante questo perchè unico in calendario bene alcuni degli sforzi siano stati ostacolati da interruzioni della bandiera rossa. È stato un test molto importante in quanto è stato l'unico tempo disponibile in pista prima dell'apertura della serie che avverrà nella stessa sede.

A fine test ecco le dichiarazioni dei piloti:

Mick Schumacher: "Sono davvero contento di come ho trascorso questi  i tre giorni di test. Comprendere e e l'utilizzo dei  nuovi pneumatici da 18 pollici. Questa  è stata sicuramente la parte più importante di queste prove. Direi che abbiamo completato il nostro programma senza problemi evidenti e quindi ottenuto molti dati preziosi. Tuttavia, i pneumatici e la loro gestioni xci occuperanno ancora per la parte slick. Comunque impressioni tutte molto positive. E' stato bello tornare in macchina dopo la pausa; io  l'intero team non vediamo l'ora di tornare in Bahrein tra due settimane per l'inizio della stagione 2020.Giorno 1 -57 giri
Giorno 2 - 71 giri
Giorno 3 - 70 giri
Giro più veloce: 1: 42.564
Giro più veloce: 1: 41.531
Giro più veloce: 1: 41.611

Robert Shwartzman: "Abbiamo trascorso tre giorni  molto impegnativi, ma aggiungerei positivi sotto tutti gli aspetti. Direi si aver imparato molto ma molto c'è ancora molto da imparare. Mi sento a mio agio con la macchina e il set-up. Le nuove gomme sono diverse e più difficili. In alcune circostanze come quando si vuole spingere in curva e il limite è diverso rispetto alle gomme precedenti, hai meno tempo per capire che stai per sovrasterzare. Inoltre, lo sterzo è più pesante. Sapevamo che ci sarebbe voluto del tempo per abituarci a loro, ma penso che stiamo bene e fisicamente mi sento bene. Avrei potuto fare di meglio sul singolo giro, ma il punto era migliorare e imparare il più possibile. Ora non vediamo l'ora della gara, dato che dobbiamo segnare il maggior numero di punti possibile ".
Giorno 1 -59 giri
Giorno 2 - 67 giri
Giorno 3 - 73 giri
Giro più veloce: 1: 42.827
Giro più veloce: 1: 41.972
Giro più veloce: 1: 41.655

 

 

di Piero Giuseppe Goletto

La grossa novità portata dalla Mercedes è un nuovo elemento dello sterzo utilizzato da Lewis Hamilton. Una cosa mai vista: il sei volte campione del mondo “tira” il volante verso di sé in rettilineo (accelerazione) e lo “spinge” riportandolo nella posizione di riposo durante la frenata.

Leggi tutto...

Sottocategorie