di Fabio Dutto per ASD Amico Sport

Il nostro capoluogo, per tre giorni “capitale” di sorrisi, i sorrisi di tutti quei ragazzi speciali, capaci di regalare emozioni uniche attraverso lo sport; dal 7 al 9 giugno, oltre 500 atleti hanno nuotato nelle corsie dello Stadio del nuoto di Cuneo e fatto strike presso il Bowling Queen Touch di Borgo San Dalmazzo.

Leggi tutto...

di Paolo Riba

Il sindaco di Cuneo Federico Borgna nelle vesti di Presidente della Provincia gli ha consegnato una pergamena come ringraziamento per i suoi oltre 30 anni di lavoro nei settori di volontariato come amico del territorio.

Mario Gallarato ed il sindaco di Cuneo e Presidente della Provincia Federico Borgna durante l'incontro per la consegna della pergamena

Dopo il plauso da parte di Federico Borgna e Valter Fantino non sono mancati gli interventi dei due ex presidenti dell'Atletica Cuneo, Valerio Romana e del sottoscritto. In campo sportivo e'stato promotore di competizioni podistiche in vari luoghi della granda. Atleta blasonato nelle campestri internazionali nei primi anni '70. Appassionato da sempre della palla a pugno che lo ha visto deterninato difensore degli sferisteri prima di Cuneo e ultimamente di Alba. Hanno fatto seguito gli interventi degli avvocati Roatis e Collida' che hanno evidenziato l'impegno costante come amico del territorio.

Mario Gallarato con la moglie 


Sempre in ambito sportivo e' stato sensibile nelle varie forme di integrazione sociale come gli sport in carrozzina e nella sensibilizzazione dell'opinione pubblica sul problema delle barriere architettoniche. In campo sociale ha promosso manifestazioni nella lotta contro i tumori, la sclerosi multipla e l'aids. Commissario straordinario provinciale dell'Ente Nazionale di promozione sportiva disabile (Enpsd).

Mio malgrado non ero presente alla premiazione di Mario. Un riconoscimento finalmente arrivato dopo anni di impegno sul campo da parte di un uomo preparato, convinto delle proprie scelte proprio perchè legate al cuore, alla passione  ed una visione della realtà  che rispetta la storia e la quotidianità dello sport cuneese. Le battaglie come quelle del Mermet fanno parte del suo carattere e del profondo rispetto che ha per la tradizione. Nel dibattito come nelle chiacchierate Mario regala sempre uno spunto in più, prezioso perchè aiuta a capire meglio o completare un passaggio importante. Un supporto questo che meriterebbe di essere coinvolto ancor più di wuanto è oggi nelle vicende dello sport provinciale.(Alessandro Claudio Giordano)

Il nostro giornale aveva dedicato mesi fa una pagina ad una delle sue battaglie proprio sul Mermet dal titolo "Nessuno tocchi il Mermet"

http://www.ilfogliosportivo.it/index.php/notizie-sport/balon/481-gallarato-nessuno-tocchi-il-tempio-del-balon

*(Nella foto di repertorio:l'ex arbitro nazionale e internazionale Mario Gallarato con il campionissimo Felice Bertola)

 

 

di Fabio Dutto (ASD Amico Sport Cuneo)

“Siamo partiti e lo abbiamo fatto alla grande!”, con queste poche parole Cristina Bernardi, presidente della ASD Amico Sport riassume la giornata inaugurale della manifestazione interregionale di Special Olympics; un evento unico nel suo genere che vede coinvolte 22 società sportive provenienti da Piemonte, Liguria, Lombardia, Toscana e Sardegna, dal 7 a domenica 9 giugno.

L’apertura è stata affidata al nuoto, dove questi atleti speciali hanno regalato emozioni a suon di bracciate presso lo Stadio del nuoto, dove hanno ottenuto le loro prime medaglie della manifestazione; “Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze.”, questo le parole del giuramento dell’atleta Special Olympics, che riassumono il vero spirito di ogni atleta che scenderà in campo in questi tre giorni.

Nuotatori presenti sui blocchi di partenza anche sabato 8 e domenica  9, ma gli appassionati di bowling non potranno mancare alla competizione presso il “Queen Touch” di Borgo San Dalmazzo negli stessi giorni; sabato 8 giugno davvero ricco di gare e sorrisi, proprio come quelli che si vedranno sfilare in occasione della cerimonia d’apertura.

Partenza alle ore 18,30 dalla Cattedrale e transito in Via Roma sino ad arrivare a Piazza Virgilio, dove musica, balli, coreografie renderanno questa edizione cuneese dei Play the Games, qualcosa di davvero unico; le medaglie non contano nulla, importa la determinazione, la grinta e la passione che questi ragazzi mettono in tutto quello che fanno, perché lo sport è forse l’unico vero strumento per INCLUDERE.

 

 

da Redazione

 Ammontano a 20 milioni di euro le  risorse che la Giunta regionale mette a disposizione degli enti locali dell'Emilia-Romagna per l'impiantistica e gli spazi sportivi  attraverso un apposito bando, appena pubblicato. I fondi faranno da  volano a investimenti complessivi per oltre 40 milioni di euro.

Le risorse - che si aggiungono ai quasi 5 milioni di euro già stanziati  negli anni precedenti - andranno a sostenere la realizzazione di  progetti per migliorare e qualificare il patrimonio impiantistico dell'intero territorio emiliano-romagnolo. I Comuni, in forma singola  o associata, avranno tempo fino al 15 febbraio 2018 per presentare le  richieste del contributo regionale che andrà a coprire il 50% degli 
investimenti complessivi per la realizzazione di nuovi impianti  sovracomunali o ampliamenti di strutture già esistenti, nonché per il miglioramento e la conservazione di impianti esistenti. L'intervento varato dalla Giunta rafforza e completa l'impegno di investimenti per 25 milioni di euro, compresi i precedenti bandi, previsti ad inizio mandato. "Vogliamo che in Emilia-Romagna si faccia  ancora più sport, sia per l'importanza dell'attività motoria quale  fattore di salute e benessere sia per i principi di lealtà con cui i i giovani devono misurarsi - afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini - per non dire dell'impegno di tanti volontari e associazioni che contribuiscono a organizzare centinaia e centinaia di manifestazioni, competizioni e iniziative che rappresentano un autentico collante sociale per la comunità regionale.

 "Le politiche per lo sport -prosegue- sono una delle priorità del nostro mandato e questo bando rappresenta una grande opportunità che, siamo sicuri, gli enti locali sapranno cogliere al meglio: spazi nuovi o rinnovati per lo sport di base, associato ai grandi eventi e alle grandi competizioni, dal Giro d'Italia agli Europei di calcio del 2019, sempre di più fattore attrattivo per i nostri territori". "E davvero motivo di orgoglio -chiude il presidente  della Regione- aver rispettato l'impegno che avevamo reso con un settore tanto importante in Emilia-Romagna, con i suoi 800 mila iscritti a enti di promozione sportiva, quasi 370 mila atleti aderenti alle federazioni e circa 3 milioni di praticanti le attività motorie".

  Le risorse messe in campo, finanziate dal Cipe nell'ambito della programmazione dei Fondi per lo sviluppo e la coesione sociale, sono  ripartite sui territori provinciali destinando: 3 milioni e 925 mila euro a Bologna, 1 milione e 777 mila euro a Ferrara, 1 milione e 906 mila euro a Forlì-Cesena, 2 milioni e 786 mila euro a Modena, 2 milioni e 58 mila euro a Parma, 1 milione e 598 mila euro a Piacenza, 
1 milione e 899 mila euro a Ravenna, 2 milioni e 32 mila euro a ReggioEmilia e 1 milione e 743 mila euro a Rimini. "Con questo bando si compie un passaggio storico -aggiunge il sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale, Andrea Rossi- per l'impiantistica sportiva dell'Emilia-Romagna. Infatti, non si era mai registrato fino ad oggi un investimento regionale così rilevante nel settore sportivo.
Una risposta che ritengo doverosa ad un mondo che svolge un ruolo fondamentale per le nostre comunità. Impianti sportivi più belli saranno in grado di attrarre un numero crescente di atleti di diverse discipline"