da Redazione 

 "Con i Giochi del Mediterraneo vogliamo fare di Taranto, grazie alla sua bellezza straordinaria, una città attrattiva.

L'amore per questa città non sta solo nell'essere consapevoli delle ingiustizie subite, ma anche nella forza che dobbiamo avere tutti per reagire, affermare il diritto alla salute, il diritto alla vita, il diritto al lavoro e anche alla felicità". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, nel corso della presentazione della candidatura di Taranto a ospitare la ventesima edizione dei Giochi del Mediterraneo nel 2025, in attuazione del piano strategico regionale 'Taranto Futuro Prossimo'.

Nel capoluogo jonico è stato firmato lo statuto per la costituzione del comitato promotore per la candidatura. Sono intervenuti, tra gli altri, i rappresentanti del Coni e il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci. Per l'allestimento del Villaggio Olimpico, è stato sottolineato, potranno essere utilizzate le numerose strutture ricettive presenti sulla costa tarantina.

"Taranto - ha rilevato Emiliano - è già stata una capitale del Mediterraneo e può esserlo ancora in futuro. Stiamo lavorando sul porto, stiamo spingendo il governo a comprendere le innovazioni tecnologiche che possono essere portate, stiamo soprattutto investendo sulla cultura in generale"

da Redazione

“Gli Stati Generali dello Sport Italiano” inizieranno domani, lunedì 20, e si protrarranno fino a martedì 21 novembre nel Salone d’Onore del CONI al Foro Italico.

Sarà una due giorni intensa, ricca di temi e dibattiti secondo un format che parte dei cinque cerchi olimpici e declina le singole sessioni di lavoro in base anche al colore del cerchio. Si inizia con quello azzurro, che è anche il colore dello sport italiano, col tema: “Sport che unisce, condivide valori e riconosce regole”. Moderatore il Direttore della Gazzetta dello Sport, Andrea Monti. Interverranno il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, il Direttore Generale del CIO, Cristophe De Kepper, il Ministro dello Sport, Luca Lotti, il Presidente dell’Istat, Giorgio Alleva, e il Presidente di Technogym, Nerio Alessandri. La sessione si concluderà con una tavola rotonda alla quale parteciperanno Raffaella Masciadri, Presidente della Commissione Atleti del CONI, Giancarlo Giorgetti, Presidente Commissione Parlamentare, e Chiara Appendino, Sindaco di Torino, ultima città italiana ad ospitare le Olimpiadi.

Si passa poi al cerchio giallo, che rappresenta il continente asiatico dove si disputeranno le prossime edizioni dei Giochi Olimpici Invernali ed Estive. Il tema è “Lo Sport di vertice e la sua organizzazione istituzionale”. Il moderatore è Giovanni Bruno, Other Sports Sky Director, con un’introduzione di Carlo Mornati, Vice Segretario Generale del CONI. La prima tavola rotonda “Road to PyeongChang 2018” con Antonio Spataro, Direttore Sanitario dell’Istituto di Medicina dello Sport del CONI e Medico della federazione Italiana Canottaggio, Claudio Gallozzi, Responsabile Dipartimento Scienza dello Sport, Anna Riccardi, Dirigente Preparazione Olimpica CONI, Flavio Roda, Presidente Federazione Italiana Sport Invernali, e Andrea Gios, Presidente Federghiaccio. La successiva tavola rotonda sarà moderata da Daniele Dallera, Capo Redazione Sportiva del Corriere della Sera, e vedrà la partecipazione delle tre federazioni di sport individuali in cui l’Italia è leader in questo momento, vale a dire il tiro a volo col Presidente Luciano Rossi, il canottaggio col Presidente Giuseppe Abbagnale e la scherma con il Presidente Giorgio Scarso, mentre gli sport di squadra avranno come relatori il Presidente della Federnuoto, Paolo Barelli, il Presidente della Federbasket, Gianni Petrucci, e due allenatori: Claudio Gentile, l’unico ad aver vinto una medaglia olimpica nel dopoguerra per il calcio italiano, e Mauro Berruto, per la pallavolo.

Nel pomeriggio di lunedì si passa al cerchio verde, che è anche il colore della speranza, dei parchi, dell’erba e la cui sessione è suddivisa in due parti. Per la prima il tema è: “Sport Dovunque, sport comunque”. Il moderatore sarà il Direttore del Corriere dello Sport, Alessandro Vocalelli. L’introduzione è affidata al Segretario Generale del CONI, Roberto Fabbricini. Alla tavola rotonda parteciperanno: Antonio Decaro (Presidente ANCI), Alberto Miglietta (AD Coni Servizi), Raffaele Squitieri (progetto Sport e Periferie), Piercarlo Rampini (project Manager Sport e Periferie), Pasquale Cascella (Sindaco di Barletta come “best pratice” della pista intitolata a Pietro Mennea), Cecilia D’Angelo (Direzione Territorio e Promozione CONI), e Damiano Lembo (Coordinatore Enti Promozione Sportiva). Per la seconda parte, il tema è: “Lo Sport come leva di crescita economica”. Il moderatore sarà Marco Bellinazzo de “Il Sole 24 Ore”. L’introduzione sullo sviluppo di Italia Team sarà di Diego Nepi Molineris (Direttore Marketing e Sviluppo CONI). La tavola rotonda sarà composta da Andrea Carlucci (AD Toyota Motor Italia), Marco Balich (Direttore creativo cerimonie olimpiche), Giovanni Cagnoli (AD Bain & C.), Gianmario Verona (Rettore Università Bocconi Milano).

Martedì 21 si inizia col cerchio nero, che raffigura il tema delle problematiche nel mondo dello sport. Il moderatore sarà Alberto Brandi, Direttore Sport Mediaset. L’introduzione sarà di Corrado Calabrò (Garante del Codice di Comportamento sportivo del CONI). Alla tavola rotonda parteciperanno: Giulio Napolitano (professore di Diritto Amministrativo), Carlo Deodato (Presidente Gruppo di Lavoro tecnico Statuti e Regolamenti), Enrico Cataldi (Procuratore Generale dello Sport), Attilio Zimatore (Professore di Diritto Privato), Franco Roberti (Procuratore Nazionale Antimafia), Alessandro Pajno (Presidente Consiglio di Stato). Nella seconda parte sarà affrontato il tema del doping in una tavola rotonda moderata da Paolo Brusorio, Capo della Redazione Sportiva de La Stampa. Ne parleranno Leonardo Gallitelli (Presidente Nado Italia), Francesco Botrè (Direttore Laboratorio Antidoping Roma), Alessandro Donati (Tecnico Sportivo), Elisa Di Francisca (bi-campionessa olimpica a Londra 2012).

L’ultimo cerchio, è quello rosso, che è anche il colore del cuore ed il tema è: “Cultura, Formazione, Opportunità”. Il moderatore sarà il Direttore de Il Messaggero, Virman Cusenza. L’introduzione è affidata al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Alla tavola rotonda parteciperanno: Marcella Panucci (Direttore Generale Confindustria, Gabriele Romagnoli (Direttore RaiSport), Teresa Zompetti (Strategia e Responsabilità Sociale CONI), Rossana Ciuffetti (Direttore Scuola dello Sport CONI), Carlo Cimbri (AD Unipol), Niccolò Campriani, bi-campione olimpico Rio 2016, Maurizio Casasco, Presidente Federmedici sportivi. Nel pomeriggio le conclusioni saranno affidate al Presidente del CONI, Giovanni Malagò, che sarà coadiuvato da Gianni Letta e da Paola Severino (Rettore della Luiss ed ex Ministro della Giustizia). Sarà possibile seguire i lavori in diretta streaming sul sito www.coni.it

da Redazione

La Valle d’Aosta torna a essere sede di grandi eventi sportivi dedicati al mondo delle due ruote e dello sci. Il 2018 vedrà infatti svolgersi sulle strade e sulle salite della Valle d’Aosta una delle tappe più affascinanti del 101mo Giro d’Italia di ciclismo.

Il 26 maggio la carovana rosa approderà in regione. L’edizione del prossimo anno, come noto, partirà da Gerusalemme e si concluderà a Roma dopo aver attraversato tutta la penisola. In questo contesto, l’Assessorato regionale del turismo e il Comune di Valtournenche stanno lavorando attivamente affinché la Valle sia grande protagonista di questa edizione con una tappa a Breuil Cervinia, tappa che potrà essere decisiva per la vittoria finale del Giro d’Italia e dare così ampia visibilità alla nostra Regione e alle sue specificità.“Il passaggio del Giro d’Italia in Valle d’Aosta rappresenta un grande evento non solo per gli appassionati di ciclismo, poiché riveste un’importante valenza promozionale per tutta la Regione - dichiara l’Assessore al Turismo, sport, commercio e trasporti Claudio Restano. Si tratta di un ulteriore  riconoscimento per la professionalità organizzativa sempre dimostrata in occasione di manifestazioni di rilievo internazionale, che potrà garantire, al contempo, importanti ricadute economiche sul territorio”. Da alcuni mesi, con i vertici del gruppo RCS e con Gazzetta dello sport, l’Assessore Restano ha sviluppato un crescente rapporto di collaborazione teso a definire un progetto ampio e di grande portata per la promozione dell’intera Valle d’Aosta. In queste settimane sono infatti in corso contatti e incontri con questo importante gruppo editoriale, per la definizione di un progetto in grado di coinvolgere il mondo dello sport come attrattore turistico.

 La Valle d’Aosta, grazie a Cogne, torna inoltre ad essere protagonista dello sci di fondo internazionale con Mondiali Master che si aggiungono alla tappa Opa Cup – Coppa Europa in calendario per il 3 e 4 marzo 2018. Si attende anche il prossimo congresso FIS a Zurigo la settimana prossima per la definizione dei calendari di Coppa del Mondo, all’interno dei quali Cogne è candidata a ospitare la tappa del febbraio 2019. Una conferma dell’alto livello tecnico, organizzativo e di ospitalità che il paese del Gran Paradiso e la Valle d’Aosta sono in grado di garantire sullo scenario degli eventi sportivi internazionali.

“Siamo convinti che l’abbinamento sport-turismo sia un valido strumento per accrescere ulteriormente la notorietà della nostra Regione sugli scenari nazionali e internazionali”, ha concluso l’Assessore Claudio Restano